KENYA, L’ULTIMO ARRIVO IN CASA COLUMBUS

Finalmente, ecco arrivata la prima destinazione dell’Africa Columbus. Una splendida alternativa, forse un po’ particolare, che merita una presentazione speciale. Perciò, abbiamo pensato ad alcuni aneddoti per aiutare voi viaggiatori a conoscerla meglio e, perché no, un giorno, a organizzare un viaggio in Kenya per vederne le meravigliose peculiarità.

 

Nome e bandiera

In origine chiamato Kirinyaga, “luogo di luce”, fu poi abbreviato dal suo popolo in Kenya per semplificarne la pronuncia. Popolo che decise con cura anche gli elementi dell’attuale bandiera. I suoi colori rappresentano: il nero la popolazione indigena, il rosso il sangue versato per l’indipendenza e il verde il paesaggio e l’agricoltura florida del Paese. Solo dopo la piena indipendenza sono state aggiunte le strisce bianche e lo scudo Masai, simbolo di pace e di libertà, per le quali hanno tanto combattuto.

 

Spiagge

A dispetto di ciò che si può pensare, il Kenya ospita alcune delle spiagge più belle del mondo, per una lunghezza di gran lunga superiore ad alcune destinazioni tipicamente marittime. Anche la bellezza ne è al pari, grazie alla sabbia candida e le acque turchesi, ideali per gli amanti del mare.

 

Fiori

Circa la metà dei fiori recisi d’Europa provengono dal Kenya. Le condizioni climatiche di tutto l’anno favoriscono un grande sviluppo del settore, rendendo la nazione uno dei primi esportatori di fiori al mondo.

 

Rinoceronte Bianco

Nella riserva Ol Pejeta Conservancy è possibile scorgere gli ultimi tre esemplari di rinoceronte bianco, dove si sta cercando di sviluppare un’iniziativa per la fecondazione in vitro ed evitarne l’estinzione. La speranza, anche nostra, è quella di riuscire a salvare la specie e dai tre esemplari letteralmente più unici che rari.

 

Tantissime specie di uccelli

Il Kenya è patria di moltissime varietà di uccelli. Nel suo ecosistema vivono circa 1132 specie diverse, rendendolo da questo punto di vista uno dei luoghi con più diversità sulla terra, se non il più eterogeneo in assoluto.

 

Hakuna Matata

Resa famosa dal film d’animazione Il Re Leone, la frase è tipica del Kenya e della lingua Swahili. Significa “niente preoccupazioni” o “senza pensieri”, come ribadito più volte da Timon e Pumba.

 

Bonus finale: Il Caffè

La prima fonte di reddito nel Paese è proprio collegata alla coltivazione ed esportazione di caffè. Qui si trovano alcune delle migliori qualità di caffè del mondo, eppure i kenioti ne bevono pochissimo. Approfittane! Potresti bere dell’ottimo caffè… a km zero 😉

About author