Polinesia

Viaggio in Polinesia

Cosa trovi, cosa visiti, perché andarci

Se sei alla ricerca di una terra leggendaria, al confine della realtà, un paradiso terrestre caratterizzato da un azzurro cobalto… abbiamo quello che fa per te!
La Polinesia ha una superficie di circa 4.200 kmq ed una popolazione di 270.000 abitanti. Un terzo dei quali vive nell’area della capitale Papeete, che si trova sull’isola di Tahiti. Si tratta di un dipartimento francese d’oltremare nel Pacifico meridionale. E’ compresa tra la Nuova Zelanda, l’Isola di Pasqua e le isole Hawaii. Destinazione prediletta soprattutto per i viaggi di nozze. Grazie alle spiagge bianchissime, al mare cristallino e ad una popolazione semplice ed ospitale come vuole la tradizione Ma’honi.

Un viaggio in Polinesia offre cinque arcipelaghi di origine vulcanica e uno spettacolo indescrivibile con un totale di più di 118 isole. Tra gli arcipelaghi più famosi ci sono: le Isole della Società, conosciute per la presenza di Tahiti, Papeete e Bora Bora – chiamata anche la perla del Pacifico. Ma anche le Isole Tuamotu, dove si trova Mururoa che a metà anni Novanta finì sui giornali per la discutibile scelta di attuare esperimenti nucleari. Le più importanti risorse economiche del paese sono la pesca, l’esportazione delle perle e il turismo.

Queste isole hanno sempre esercitato un grande fascino sugli occidentali. Tra cui: il grande navigatore Cook, il famoso pittore francese Gauguin e persino Marlon Brando. Che girò qui uno dei suoi più celebri film, Gli ammutinati del BountyLa flora è costituita prevalentemente da palme da cocco, mongrovie, alberi del Pane e banani. Oltre ai tantissimi fiori colorati tropicali di grosse dimensioni. Questi sono spesso usati dalle donne locali, le vahine, per confezionare le caratteristiche collane. Il clima, in Polinesia, è estremamente piacevole con temperature che di giorno oscillano tra i 25° e i 30°. Le precipitazioni sono per lo più concentrate nella stagione umida, quella che va da dicembre ad aprile.

"Un'isola calda come la tenerezza speranzosa, come un deserto che carezza con nuvole di piume" - J. Brel