Thailandia

Cosa trovi, cosa visiti, perché andarci

La Thailandia, anticamente chiamata Siam, oggi terra del sorriso. E’ una delle destinazioni maggiormente amate ed apprezzate dai turisti. La vita e la cultura thailandesi si sono strutturate nel tempo intorno ad alcuni elementi molto forti. Tra cui: la componente religiosa del buddhismo, le influenze esercitate dalle diverse etnie con cui si è amalgamata quella thai, a cominciare dalla khmer. E la monarchia, che ha dettato le regole di molti aspetti sociali ma ha anche contribuito a mantenere vivi rituali e pratiche antiche.

La capitale è Bangkok, vero fulcro e motore del Paese in cui maggiori sono i segni del progresso, della modernità dell’industrializzazione. L’espressione artistica che caratterizza maggiormente la Thailandia è probabilmente l’architettura tradizionale. Sull’intero territorio nazionale sono distribuiti migliaia di templi e complessi monastici buddhisti, chiamati  wat. Il cui numero si aggira intorno alle 30.000 unità, qui è molto forte la percezione che il tempo sembra essersi fermato.

Senza dubbio in questo la Thailandia è stata favorita dal fatto di non essere stata toccata dal colonialismo. Ogni wat inoltre ospita numerose opere d’arte, pitture murarie, sculture, oggetti d’artigianato di grande bellezza la cui presenza. Oltre a contribuire a formare un’atmosfera di pace e leggerezza, riflette le diverse epoche storiche presenti nel complesso.

Alcuni templi sono presenti nei siti dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO: la città storica di Ayutthaya e le città associate; Sukhothai e le città vicine ed il sito archeologico di Ban Chiang. Le altre forme in cui la memoria storica-culturale si tramanda sono: il teatro, la musica e la danza. Non vanno inoltre dimenticate discipline sportive antiche, quali l’aquilone, di cui esistono vere competizioni di abilità nel padroneggiarlo, e soprattutto, il muay thai (o thai boxe), arte marziale. Considerato sport nazionale, che oggi trova seguaci in tutto il mondo.

Una meta per tutti: nonni e bambini, tutti trovano la loro Thailandia, l'isola felice.