Mauritius

Cosa trovi, cosa visiti, perché andarci 

Stato insulare situato a circa 800 km a Est del Madagascar. Nell’arcipelago delle Mascarene, politicamente incluso nel continente africano. Comprende, oltre all’omonima isola principale, le dipendenze delle isole Rodrigues e Agalega. Oltre al gruppo dei Cargados Carajos o Saint Brandon. Mauritius rappresenta forse l’esempio più vistoso di un Paese interamente plasmato dal colonialismo. Disabitato al momento della scoperta da parte degli europei, aveva un ambiente naturale ricchissimo e per vari aspetti originale. I colonizzatori (olandesi, francesi, inglesi) ne fecero una terra molto popolata immettendovi forzatamente europei, africani e asiatici. Oltre ad introdurre la coltura della canna da zucchero, alterarono in modo significativo il paesaggio, in origine essenzialmente tropicale.

Il nome venne dato all’isola nel 1598 dal vice ammiraglio olandese Wybrandt van Warwyck, in onore del governatore, principe di Orange e conte di Nassau, che si chiamava appunto Maurice. A partire dalla fine del Novecento l’isola è entrata a far parte del circuito turistico internazionale per la bellezza del suo mare. Tanto che il turismo è ormai diventato la voce più importante della sua economia. La caratteristica della società mauriziana è la coesistenza di differenti etnie, culture e religioni. La bellezza dell’isola è, oltre che nelle bianche spiagge e acque turchesi, data dalla presenza dei rilievi montuosi che fanno da sfondo al paesaggio. Mauritius non ha una lingua ufficiale, eppure la lingua più diffusa è il creolo mauriziano mentre quella utilizzata negli atti parlamentari è l’inglese. Il fuso orario è di +3 ore rispetto all’Italia, mentre durante l’ora legale +2.

Dio creò Mauritius e poi il Paradiso Terrestre”, scriveva Mark Twain nel 1885. Noi non potremmo dargli assolutamente torto e voi?
Se ancora non avete avuto l’occasione di recarvi in questa bellissima meta, forse, è giunta la fatidica ora. Scoprite le nostre imperdibili proposte presso la vostra agenzia di fiducia!